Follow

Type at least 1 character to search

Immagini A Orologeria • Fabio Meschini | Clockwork Pictures

Galleria 291 Est mette in mostra l’inedita produzione di monotipia ad opera di Clockwork Pictures alias Fabio Meschini.

Nello spazio espositivo, a partire dal 12 Dicembre sarà in mostra una selezione di monotipi e poster affiancati da disegni preparatori e pellicole, per raccontare tanto l’immaginario dell’autore quanto la tecnica serigrafica.

Il riutilizzo di un immaginario a volte surreale, a volte post-punk, da un lato sottolinea la fragilità e le instabilità delle convenzioni contemporanee, e dall’altro introduce, in ardui accostamenti e ironiche decontestualizzazioni, le allegorie postmoderne.

Queste le premesse al lavoro di Fabio Meschini, costruttore di immagini per vocazione.

L’artista con “Immagini A Orologeria” presenta una mostra-merchandising di posters d’autore, in edizione limitata, oltre che di bozzetti, pellicole e monotipi. I gigposters, in una serie di produzioni autorizzate, si appropriano della sinergia tra arte grafica e musica, con la predilezione di Meschini per la sfera rock. Nella reiterata lettura del mezzo espressivo, è la pluralità di singoli elementi a costruire l’opera: una sintetica negoziazione di forme e contenuti che si delinea nel montaggio, nella sovrapposizione e nella scrittura per immagini.

La composizione grafica è sostanzialmente stratificata, tecnicamente per il ricorso al layer e concettualmente per le giustapposizioni, punti cardine di una nuova produzione di senso. Un costrutto articolato da un processo di manipolazioni e combinazioni di materia e informazione: “Il senso è sempre un fatto culturale”, affermava Roland Barthes.

Il progetto espositivo “Immagini A Orologeria” parallelamente coinvolge Galleria 291 Est, ovvero lo spazio espositivo, e Galleria 291 Inc, laboratorio di calcografia. Questa trasposizione palesa il dualismo tra produzione ed offerta, insinuandosi con un occhio di rilievo nel campo: l’approccio è pop, ma con l’intento che sia arte alta.

Curatela

Vania Caruso

Data

12/23 Dicembre 2014